Ferie rovinate? No! La montagna ha spesso un clima incerto, e quella che sembrava essere una settimana di pioggia si rivela invece come qualche temporale sparso la sera. Questo non significa di non prestare attenzione ai trekking che si organizzano, proprio per non incorrere in pioggia forte durante un’escursione, ma di accogliere le previsioni meteo come un’opportunità invece che un impedimento.

Cosa si può fare in Val di Non in una giornata di pioggia?

Musei e Castelli

I musei e castelli sono sempre una buona idea, quando poi si tratta di strutture maestose come il Castel Thun viene proprio voglia di una gita!

Imponente e austero, il castello fu la dimora di una delle più potenti famiglie feudali della regione.

Situato su una collina, in posizione panoramica rispetto all’intera Valle di Non, esso è circondato da un complesso sistema di fortificazioni costituito da torri, mura, bastioni, cammino di ronda e fossato e risalente al Cinquecento. Alla stessa epoca risale la potente Porta Spagnola, oltrepassata la quale si accede al ponte levatoio e al primo cortile.

Occorre la prenotazione online.

Castel Thun
Castel Thun

Il Museo Retico di Sanzeno, dedicato alle testimonianze archeologiche della Valle di Non dalla preistoria all’altomedioevo, rende nota la ricchezza archeologica locale, grazie alla vastità di materiale emerso dagli scavi fin dall’inizio del Novecento, cercando di tutelare e valorizzare il territorio. l percorso espositivo, che si sviluppa in quattro sezioni comunicanti, propone un ideale viaggio che conduce il visitatore a scendere nel cuore della struttura come nelle viscere della storia per poi risalire fino alla contemporaneità.

Museo Retico
Museo Retico

Al Passo Palade, sul confine tra Alto Adige e Trentino, fu costruito uno dei bunker più estesi dell’Alto Adige. Oggi il Bunker di Passo Palade ospita diverse esposizioni come la mostra di minerali e una mostra fotografica. La galleria d’ingresso del bunker di Passo Palade è adibita a spazio espositivo di mostre fotografiche di vario genere della Gampen Gallery.

Bunker di Passo Palade
Bunker di Passo Palade

Hai mai sentito parlare del Santuario di San Romedio? Sono certo di sì, perché questo gioiello ce lo invidiano in tutta Europa! Si tratta di un antichissimo eremo dove secondo la leggenda visse Romedio in compagnia di un orso.  Per arrivarci al Santuario c’è il sentiero nella roccia (dura all’incirca 40/45 minuti) immersi nella quiete più profonda ci si lascia trasportare dal silenzio e in questo luogo incantato.

Santuario di San Romedio
Santuario di San Romedio

Relax e Spa

Se il vostro hotel non comprende una spa interna non disperate; ci sono molte strutture che mettono a disposizione anche di ospiti esterni la propria spa per una giornata di relax (previa prenotazione).  Tra questi ricordiamo Hotel Cavallino Bianco, Villa Orso Grigio, Hotel Margherita, Pineta Hotels, Hotel Belsoggiorno, Hotel la Montanina.

Hotel Cavallino Bianco

Tra le spa aperte al pubblico troviamo anche Centro benessere in agriturismo Agritur Leita (Tuenno), Centro benessere Hotel Casez (Sanzeno), La Quiete Resort (Romeno), Centro Benessere Hotel Rosa (Cavareno) e molte altre.

Centro benessere in agriturismo Agritur Leita
Centro benessere in agriturismo Agritur Leita
Previous reading
Il Ponte su Funi Val de la Vecia nel Primiero
Next reading
Cosa fare in Val di Sole quando piove