Itinerario dedicato al viaggiatore che intende scoprire le aree più remote dell’India, per vivere esperienze a contatto con popolazioni lontane dalle rotte turistiche. L’antica Ahmedabad, l’affascinante e lunare distesa del Rann of Kutch, le tribù dei villaggi Rabari, i templi medievali di Patan, Modhera e la città sacra di Palitana, il Parco Nazionale del leone asiatico di Sasan Gir, fanno di questo viaggio un’esperienza unica ricca di contenuti culturali e artistici. L’organizzazione prevede sistemazioni in Hotel di buon livello, trasferimenti con mezzi privati con autisti parlanti inglese, guide parlanti inglese.

Giorno 1: Arrivo ad Ahmedabad

Arrivo dopo la mezzanotte, disbrigo delle formalità di ingresso in India, incontro con il responsabile della nostra agenzia. Trasferimento e sistemazione in Hotel.
– Pernottamento in hotel.

 Tappe:

Ahmedabad

 Alloggio

 Regenta (Ahmedabad) 


Giorno 2: Visita della città di Ahmedabad

Città moderna di oltre sei milioni di abitanti, centro tessile d’importanza vitale per tutto il subcontinente, Ahmedabad fu fondata nei primi anni del XV secolo dal sultano Ahmed Shah sulla riva orientale del fiume Sabarmati. Ahmed Shah edificò la Bhadra, cittadella in arenaria rossa, e già nel medioevo fece di Ahmedabad il centro economico, amministrativo e artistico del Gujarat.
Giornata dedicata alla visita della città con la cittadella, Ahmedabad, edificata lungo il fiume Sabarmati e residenza privata del sultano Ahmed Shah: al suo interno troviamo preziosissime finestre in pietra scolpita che raffigurano i rami di un albero, eroi induisti e animali mitologici.
– Mezza Pensione.
​- Pernottamento in hotel.

 Tappe:

Ahmedabad

 Alloggio

 Regenta (Ahmedabad) 


Giorno 3: Partenza per Dasada

Proseguimento verso Dasada. Lungo il percorso visita del Baoli di Adalaj, uno dei massimi esempi di architettura indù in Gujarat, che risale al 1502. Proseguimento e visita delle città artistiche di Patan e Modhera. A Patan visita del meraviglioso pozzo Baoli primo fra tutti gli esempi di architettura Solanki: il Rani-ki-Vav Baoli è uno dei pozzi a gradini più grandi di tutto il paese. L’arrivo a Modhera è segnato dalla vista mozzafiato del Ramakund, l’imponente vasca rettangolare (55 per 35 metri) che con le sue scenografiche scalinate precede il tempio di Surya. Arrivo a Dasada e sistemazione in Hotel.
– Mezza Pensione.
– Trasferimento 200 km – 5 ore circa.
​- Pernottamento in hotel.

 Tappe:

AhmedabadAdalaj, Patan, Modhera, Dasada

 Alloggio

Rann Riders (Dasada) 


Giorno 4: Safari nel Little Rann of Kutch

Giornata dedicate a un safari nel Little Rann of Kutch, distesa di acqua e fango, per la visita dei villaggi dei pastori Rabari. La regione è ricca di animali tra cui antilopi, asini selvatici, gazzelle, volpi del deserto, pellicani, fenicotteri, gru e cicogne. Si visiteranno i villaggi di Ambala, Bharward, Bajana, Padhars e Siddis dove vivono tribù di pastori nomadi. Rientro in Hotel a Dasada.
– Mezza Pensione.
​- Pernottamento in hotel.

 Tappe:

Dasada, Kutch

 Alloggio

Rann Riders (Dasada) 


Giorno 5: Partenza per Bhuj

Partenza per Bhuj. Percorso nella terra del Rann of Kutch. Questa regione durante la stagione monsonica viene sommersa dall’acqua che si ritira nel periodo secco, lasciando uno scenario desertico spettacolare unico al mondo. Visita dei villaggi tribali di Dhamkada, Ajrakhpur e Dhaneti. Arrivo e sistemazione in Hotel.
– Mezza Pensione
–  Trasferimento 290 km – circa 6 ore.
– Pernottamento in hotel.

 Tappe:

Dasada, Dhamakada, Ajrakhpur, Dhaneti, Bhuj

 Alloggio

Pernottamento al Kutch Safari Lodge (Bhuj) 


Giorno 6: Escursioni nel Grand Rann of Kutch

Giornata dedicata alle escursioni nel Grand Rann of Kutch, la distesa desertica dalle paludi di sale, caratterizzati da colorati mercati ricchi di botteghe di artigiani alle prese con tecniche di lavorazione medievali. I villaggi di Hodka, Ludhia, Bhirandiara, Dhordo e Kavda offrono la possibilità di ammirare le tribù Jat, Rabari, Harijan, Maldharis e Lohanas e i loro tipici prodotti artigianali. Esperienza unica per vivere a contatto con popolazioni locali ancora fortemente isolate e legate alle loro tradizioni.
– Mezza Pensione.
​- Pernottamento in hotel.

 Tappe:

BhujKutch

 Alloggio

Pernottamento al Kutch Safari Lodge (Bhuj) 


Giorno 7: Visita della città di Rajkot

Trasferimento a Rajkot con la sosta per la visita di un centro di tessitura tradizionale dei filati di lana e Pomeriggio visita  di Gondal con il Naulaka Palace e ed il tempio di Swaminarayan. Arrivo a Rajkot e sistemazione in Hotel.
– Mezza pensione.
–  Trasferimento 250 km- 6 ore circa.
​- Pernottamento in hotel.

 Tappe:

BhujRajkot

 Alloggio

Pernottamento all’ Imperial Palace (Rajkot) 


Giorno 8: Sasangir National Park

Mattina partenza per Junagarh visita dell’imponente forte che ospita gli antichi pozzi scavati nella roccia di Naughan e Adi Chadi ,le grotte buddiste con l’edito di Ashoka. Trasferimento al Sasangir National Park Creato nel 1972 per proteggere il leone asiatico dall’estinzione, Sasan Gir rappresenta un esperimento di grande successo nella tutela dell’ambiente e delle specie animali. Arrivo a Sasangir e sistemazione in Hotel.Pomeriggio passeggiata in un villaggio siddhi ,tribu di origine Africana.
– Mezza Pensione.
– Nota: Il Parco di SasnGir e quello del Little Ran of kutch chiudono in estate (15 Giugno fino 15 Ottobre).
– Pernottamento in hotel.

 Tappe:

Rajkot, Junagadh, Sasangir

 Alloggio

Pernottamento al Gir Jungle Lodge (Sasan Gir) 


Giorno 9: Safari nel parco

Mattina dedicato un’escursione in Jeep Safari nel parco dove è possibile avvistare il rarissimo Leone Asiatico. In pomeriggio, trasferimento a Diu. Arrivo sulla costa del Mare Arabico e visita del Tempio di Somnath, costruito nei pressi della spiaggia a partire dal X secolo. Somnath è uno dei dodici luoghi sacri dell’India dedicati a Shiva e la leggenda lo fa risalire alla creazione del mondo e a Somaraj, il dio della Luna. Proseguimento e arrivo a Diu. Sistemazione in Hotel e tempo per relax.
– Mezza Pensione.
– Trasferimento 100 km – 3 ore circa.
​- Pernottamento in hotel.

 Tappe:

Sasangir, Somnath, Diu

 Alloggio

 Radhika Beach Resort (Diu) 


Giorno 10: Visita dell’isola

In mattinata visita dell’isola Ex colonia portoghese importante porto sul mare arabico. Il vivace mercato del pesce di Vanakbra. Il forte Portoghese, la Chiesa di San Paulo etc. dopo Partenza per Bhavnagar. Arrivo e sistemazione in Hotel. La fondazione della città è del 1723 durante il regno dei Maratha, e il suo porto commerciale fu aperto nel 1743 sulle sponde del Golfo di Khambhat in una posizione strategica di controllo su tutta la regione. Tempo a disposizione per la visita dei bazar locali.
– Mezza Pensione.
– Trasferimento 200 km – 5 ore circa.
​- Pernottamento in hotel.

 Tappe:

DiuBhavnagar

 Alloggio

Nilambagh Palace (Bhavnagar) 


Giorno 11: Escursione a Palitana

Palitana è il regno dello spirito, del silenzio e della meditazione. Se il Gujarat è lo Stato indiano con maggior presenza Jainista, i seguaci della religione fondata da Mahavira nel VI secolo a.C., Palitana è certamente il luogo più sacro per tutti i Jainisti del mondo. Il tempio principale dedicato a Shri Adiswara impreziosito d’oro e diamanti è il più sacro per i fedeli della religione jain. Rientro a Bhavnagar.
– Mezza Pensione.
​- Pernottamento in hotel.

 Tappe:

Bhavnagar, Pālitāna

 Alloggio

Nilambagh Palace (Bhavnagar) 


Giorno 12: Partenza per Ahmedabad

Proseguimento per Ahmedabad e lungo il percorso visita del sito archeologico di Lothal, il più grande insediamento della cultura Harappa (2500 a.C.) legato alla prima civilizzazione della Valle dell’Indo. Lothal fu importante sede di un cantiere navale, forse il più grande dell’Asia, dove gli Harappa svilupparono la loro flotta e avviarono i loro scambi verso il subcontinente indiano. Arrivo e sistemazione in Hotel.
– Mezza Pensione.
– Trasferimento 177 km – 5 ore circa.
​- Pernottamento in hotel.

 Tappe:

Ahmedabad

 Alloggio

 Regenta (Ahmedabad) 


Giorno 13: Fine del programma

Mattina trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia. Pernottamento a bordo.