Manarola, il secondo borgo delle Cinque Terre, è arroccata su di una scogliera di 70 metri ed è sicuramente uno dei borghi più belli della Liguria. Se avete intenzione di visitare il secondo borgo delle Cinque Terre ci sono alcune cose che dovreste tenere a mente per prendere una decisione piuttosto che un’altra.

La più importante di tutte è sicuramente come arrivare e dove parcheggiare.

Dove parcheggiare a Manarola

Innanzitutto come avete intenzione di andarci? In qualsiasi periodo dell’anno le Cinque Terre sono molto frequentate e spostarsi o parcheggiare non è semplice, se non impossibile.

Il consiglio è ovviamente quello di spostarvi in treno (c’è anche un abbonamento giornalieri di 16 euro – prezzo 2021 – che vi permette di spostarvi lungo tutta la tratta), ma se ciò per voi non è possibile allora il secondo consiglio è quello di affidarvi ai tour organizzati. In questo modo il pullman vi porterà all’entrata del borgo e vi riporterà presumibilmente via mare per non farvi rifare la salita a piedi.

Il parcheggio si trova all’inizio del borgo ed è a pagamento, oppure è possibile lasciarla lungo la strada che scende fino in città, stando attenti ai divieti.

La discesa è piacevole, ma ricordatevi che poi c’è la salita! Per quello è molto più comodo prendere il treno per il ritorno a La Spezia, piuttosto che rifare la strada in salita (ovviamente dipende dalle vostre condizioni fisiche, non stiamo parlando di nulla di che!).

La mappa infatti sembra segnare appena 15 minuti tra il parcheggio e la passeggiata che porta alla vista panoramica del borgo.

Dove passeggiare

Se vi state chiedendo cosa fare a Manarola vuol dire che vi state chiedendo dove passeggiare; sono molti infatti i percorsi per apprezzare a pieno il paesaggio nei dintorni. La vista più famosa è quella dalla passeggiata segnata dalla mappa qui sopra, con un affaccio sul porticciolo.

Il suddetto percorso porta anche al famoso ristorante “Nessun Dorma“, ovviamente sempre pieno e con una bella fila all’entrata.

Da qui si può proseguire il percorso ed arrivare al secondo borgo, Corniglia, lungo il sentiero Azzurro.

Il tempo stimato è di circa 1.15h (ma c’è un percorso trekking più panoramico che passa per Volastra ed ha un dislivello di 400 metri) ma prima di intraprendere questa via dovreste accertarvi sulle condizioni della strada (spesso con frane) e consci del fatto che questo sentiero è… a pagamento (di solito 5-7 euro, ma compreso nella Cinque Terre Card)!

Tra le altre passeggiate c’è anche quella che porta a Riomaggiore (anche se, con tutta probabilità, se siete arrivati a Manarola conoscete già bene Riomaggiore!).

Attività e tour

Se volete godervi una giornata da turisti a pieno, ci sono molte attività nei pressi e nei dintorni. La prima che mi viene in mente è quella di prendere il traghetto per ammirare le Cinque Terre dal Mare fino ad arrivare a Monterosso o tornare a La Spezia.

Su Musement ci sono tantissime attività, di cui alcune di seguito:

Ed altri come

Degustazione sensoriale alle Cinque Terre, Tour del meglio delle Cinque Terre con pranzo tipico opzionale, Tour dei vigneti verticali a Riomaggiore con degustazione di vini.

Previous reading
10 Hotel particolari e strani in Lombardia
Next reading
Come raggiungere la Passerella Panoramica ai Piani Resinelli