Ai Piani Resinelli ed in particolare al Parco del Valentino in Valsassina camminare è davvero un piacere, grazie alle meravigliose viste che si hanno sulla valle lungo il sentiero che porta fino al monte Coltignone.

Non è però necessario raggiungere la vetta per ammirare la nuova passerella panoramica in ferro che ha destato sia stupore che scalpore tra gli appassionati di montagna.

In questa località infatti il belvedere c’era e c’è già, percorrendo qualche minuto in più rispetto alla nuova passerella, ed in questo caso ci troviamo di fronte ad un “balcone naturale” che è meglio percorrere in estate quando il confine tra vuoto e terra è ben visibile.

Ma partiamo dal principio; ecco qualche informazione per raggiungere la Passerella Panoramica al Parco del Valentino.

Per arrivarci è possibile sia andare in bus che in macchina, grazie al servizio navetta potenzia per il Pian dei Resinelli.  In ogni caso, ben 14 tornanti vi separano dall’arrivo al parcheggio (1300 mt).

Sempre vicino alla partenza vi sono numerosi parcheggi così come ristoranti e un parco avventura adatto ai ragazzi!

Informazioni utili

Partenza: parcheggio Piani dei Resinelli o più avanti al Parcheggio Valentino

Dislivello: all’ingresso del parco ci troviamo a 1300 mt e per raggiungere il monte Coltignogne ci sono 200 mt di dislivello. Considerando che la passerella si trova prima il dislivello sarà minore.

Tempo: la passerella si raggiunge in circa 15 minuti mentre per il monte Coltignone a 1479 metri Coltignone dovrete aggiungere altri 20m

In totale il tempo stimano per la cima Paradiso è di 45 minuti ed il giro completo di circa 1h.30.

In questa mappa è possibile vedere il percorso dal parcheggio più lontano all’ingresso del parco.

Il consiglio è ovviamente quello di evitare questa meta durante il weekend se state pianificando di fare delle foto. Essendo una meta facilmente raggiungibile è sicuramente la destinazione ideale per tante famiglie e curiosi. Potreste provare a visitarlo in mattinata molto presto, oppure preferire il sabato alla domenica (specialmente per i rientri ed il traffico).

Il sentiero nel bosco che porta alla cima

Proseguendo per il sentiero fino alla cima è possibile ammirare la passerella anche da lontano. Qui si ha un bellissimo affaccio sulla valle senza paratie, ed è quindi bene tener d’occhio i bambioni

Si prosegue poi per 15-20 min verso Cima Paradiso. Qui non troveremo la vista sulla valle ma sulle montagne, ed è possibile proseguire per il sentiero poco battuto sottostante per arrivare velocemente al parcheggio (15-20 m).

Dove mangiare ai Piani Resinelli

Nel percorso dal parcheggio al parco troverete un paio di ristoranti di cui uno più tipico (e più costoso – La tana del Nibbio). Da qui poi potete anche fermarvi per poi andare al parco avventura o alle miniere.

Il Rifugio Carlo Porta è invece il rifugio consigliato se cercate qualcosa di più tipico.

Una volta arrivati ai Resinelli, prima di addentrarsi nel complesso turistico, proseguire sulla strada svoltando a destra. Si supera il Forno della Grigna, i nostri mitici vicini, e si prosegue di qualche metro. L’inizio della strada asfaltata che una volta conduceva al Rifugio è li’ ed è ovviamente percorribile. Il grosso divieto di accesso vi farà lasciare la macchina li’ e proseguierete a piedi, superando due sbarre che limitano l’accesso alle auto. Strada asfaltata, un po’ noiosa, percorribile da tutti. 20/25 minuti.

Il primo sentiero è appena oltre la strada con il grosso divieto di transito: fate attenzione al cartello, appena 20 metri dopo sulla sinistra. Il sentiero inizia con delle assi di legno appoggiate per terra. In 15 minuti arrivate al Rifugio.

Previous reading
Come raggiungere la Passerella Panoramica ai Piani Resinelli
Next reading
Dalla Val Venegia al Passo Rolle